Ulster Fry!


One of the first things I asked Stephen when I came the first time to Ireland was what is the traditional plate to taste while here. In Italy to a question like this we could answer with many books of recipes and detailed analysis of this or that different regional tradition. Stephen answered me simply “potatoes”. But now I know him, I don’t trust his evasive first answer (just to make a random example when, just met, I told him: “Ah, you are irish. Everyone says Ireland is extraordinary, tell me something about it” him, seraphic, answered: “Yes, it’s very beautiful.” “…”), so I went to the bottom of it and I had two more plates: the first one is the Irish Stew, that I tried more than once in the excellent Jeanette’s version, the other is the Ulster Fry, a dish full of different foods more or less fried, toasted, covered in butter, baked that here they often eat for breakfast.
Now, I have to admit that for me, especially at the beginning, the only thought to eat something like this scared me (as breakfast would be impossible still now 😛 ). But, as I slowly got used to the irish cooking and, above all, suffering a lot of cold (ergo being constantly hungry), finally I caught the occasion to try it at Stephen’s grandparents’ house yesterday. They told me it’s not the original Ulster Fry, in which there are no chips while it has black pudding and beans, but it’s anyway a very good and energizing dish. Let’s see if I can have another one before I depart 😉

Una delle prime cose che chiesi a Stephen quando arrivai in Irlanda fu quale fosse il piatto tradizionale da assaggiare. In Italia ad una domanda del genere si potrebbe rispondere con tomi di ricette e disquisizioni su questa o quella diversa tradizione regionale. Stephen rispose semplicemente “patate”. Ma ormai lo conosco, non mi fido più delle sue risposte evasive (tanto per fare un esempio a caso, quando, appena conosciuti, gli dissi: “Ah, sei irlandese. Dicono l’Irlanda sia magnifica, raccontami com’è” lui, serafico, rispose: “Sì, è davvero molto bella.” “…”), così sono andata più a fondo ed ho ottenuto altri due piatti: il primo è l’Irish Stew, lo stufato irlandese, che ho avuto più volte occasione di provare nella buonissima versione di Jeanette, l’altro è la Ulster Fry, un piatto strapieno di alimenti più o meno fritti, tostati, ricoperti di burro, infornati che viene mangiato spesso a colazione. Ora, devo ammettere che per me, soprattutto all’inizio, solo il pensiero di mangiare un piatto del genere mi faceva paura (per colazione sarebbe impossibile ancor ora 😛 ). Ma, abituatami pian piano alla cucina irlandese e soprattutto soffrendo terribilmente il freddo (ergo ho perennemente fame), finalmente ho colto l’occasione per provarlo ieri a casa dei nonni di Stevie, Marie e Kieran. Mi dicono che non si tratta dell’originale Ulster Fry, nella quale non sono presenti le patatine fritte ed in più ci sono i fagioli ed una specie di sanguinaccio, ma comunque si tratta di un piatto buonissimo e super energetico. Vediamo se riuscirò a replicare l’esperienza prima di ripartire 😉

Ulster Fry

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s